Il 16 marzo si celebra il world social work day nella prospettiva di una comunità di professionisti che offre un impegno costante verso la solidarietà, l’inclusione sociale, e la connessione globale, ponendosi anche come anello di congiunzione e interconnessione tra persone e comunità, collaborando con proposte e per soluzioni di cambiamento ai decisori politici nei diversi sistemi di welfare. Si esprime in tal modo la mission di una professione al servizio delle e per le persone il cui patrimonio di prassi operative e teorie, da sempre, ha principi che possono essere ricondotti alla filosofia “Ubuntu”. Una filosofia che “nasce nell’Africa sub-Sahariana e si fonda sulla lealtà e sulle relazioni reciproche delle persone. Essa si presenta come leva per un nuovo umanesimo tra popoli, culture ed economie diverse, per
connettere valori e diritti universali, come basi per rafforzare la solidarietà sociale e riconoscere attraverso le relazioni umane tutte le possibili connessioni per l’impegno comune a costruire il futuro per le nuove generazioni, fatto di
libertà, benessere sostenibile, opportunità di vita senza oppressioni e violenze. Un approccio di pace, in cui l’impegno delle differenti società è trovare accordi e strutturare processi di sviluppo tra i governi e le popolazioni che facilitino la partecipazione delle persone al cambiamento a tutti i livelli da quelli locali a quelli nazionali.
Il SUNAS, sin dal suo esordio offre alla comunità professionale un impegno concreto verso obiettivi di solidarietà ed interconnessione tra persone e collettività, per proporre soluzioni di cambiamento ai decisori politici, la ridefinizione
del sistema di welfare e la ricomposizione degli equilibri della vita sociale nella realizzazione di un benessere globale.
Anche in questa giornata vuole proporre quindi all’attenzione di tutti alcune importanti riflessione su elementi fondanti la necessaria connessione e inter-connessione che si rifanno all’attuale condizione così particolare in cui ci
troviamo qui e in tutto il mondo. Affronteremo quindi il tema sotto vari punti di vista: ambientale, di contesto individuale e di comunità nonché socio comunitario e di solidarietà per approfondire nuovi aspetti di senso utili a sostenere e implementare questa filosofia, senza trascurare l’impatto che l’essere catapultati sul web ha comportato e comporta per tutti, nel bene e nel male.

Per gli iscritti SUNAS l’iscrizione è gratuita 

Webinar SUNAS

Il corso si rivolge ad assistenti sociali, iscritti all’albo professionale che esercitino la professione in campo pubblico o privato, anche a titolo volontario.

16/03/2021 dalle ore 15.00 alle ore 18.00

Maria Grazia Galantino, Professore Associato Università Sapienza Roma,
“Sicurezza e inclusione sociale”

Sabrina Paola Banzato, Segr. Naz. SUNAS, Ass. Sociale e Sociologa della salute “La consulenza sociale di cura nell’Infosfera”

Rita Andrenacci, Segr. Naz. SUNAS, Docente di Servizio Sociale, Dirigente Min. Giustizia – “Il lavoro sociale individuale in una prospettiva comunitaria”

Gianfranco Mattera, Assistente sociale e scrittore
“La dimensione della solidarietà nel lavoro sociale “

Domenico Pellitta, Segretario Amm. Nazionale SUNAS
“Assistenti sociali e mondo del lavoro: interconnessione e solidarietà tra i professionisti per una categoria più forte e coesa”.

Richiesti crediti formativi per assistenti sociali

Non è più possibile iscriversi a questo Seminario.

Apertura lavori 

Salvatore Poidomani
Segretario Generale SUNAS

Patrizia Favali
Presidente Ord. Ass. Sociali Lazio

Introduzione 

Delia Manferoce
Vice segretario Nazionale SUNAS

Saluti Istituzionali

Gianmario Gazzi
Presidente CNOAS

Paola Pontarollo
Presidente ASNASS

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.