Il Sindacato professionale degli Assistenti Sociali

                         

  

                                 Cell. 3454661267 - Tel.0642000358 - 0642010899   sunas.nazionale@gmail.com   sunas@pec.it   f

Pin It

COMUNICATO SUNAS sul RINNOVO del CONTRATTO degli STATALI

Si è tenuta stamane, presso la sede dell’ARAN, a pochi giorni di distanza dalla precedente riunione, un nuovo incontro con le Confederazioni sindacali, relativa ai rinnovi contrattuali del pubblico impiego. Si è trattato di un incontro veloce (durato poco più di un’ora) che è servito al presidente dell’ARAN, Sergio Gasparrini, per affermare che è stato dato il via alla stagione dei rinnovi contrattuali del triennio 2016-2018, anche se al momento, fatta eccezione per il comparto delle Funzioni Centrali, non risultano essere stati approvati ancora in via definitiva gli atti di indirizzo per i restanti comparti ed aree di contrattazione, neppure per il Comparto Sanità, la cui prima bozza era stata approvata oltre un anno fa. E’ servita comunque per calendarizzare i lavori dei tavoli di confronto che partiranno nei giorni finali di agosto, quando si ripartirà dal comparto della P.A centrale, a cui saranno dedicati tre tavoli tematici, il primo sul tema degli istituti del rapporto di lavoro (comprensivo di malattie, permessi e coordinamento delle norme in materia disciplinare); il secondo sull’ordinamento professionale e il terzo sul rapporto di lavoro flessibile. Si è trattato dunque di un incontro puramente interlocutorio, la trattativa inizierà a settembre; a conferma di ciò riportiamo il Comunicato stampa dell’ARAN diramato al termine dell’incontro: Incontro tra Aran e Confederazioni sindacali del pubblico impiego per l’avvio della stagione contrattuale 2016-2018 Si è svolto oggi presso l’Aran l’incontro con tutte le Confederazioni sindacali del pubblico impiego, che ha dato il via alla nuova stagione contrattuale 2016-2018, a seguito della sostanziale definizione delle linee di indirizzo per i rinnovi contrattuali. L’incontro è servito ad avviare il confronto sulle diverse questioni che i contratti dovranno affrontare e a coordinare gli impegni sui diversi tavoli di comparto e di area. Al termine, è stato stilato il calendario dei lavori delle prossime settimane, che prevede una nuova convocazione delle Confederazioni sindacali il 28 agosto su alcune tematiche di carattere trasversale dei rinnovi contrattuali e, a seguire, le convocazioni dei tavoli di comparto. Il 31 agosto sarà convocato il tavolo delle Funzioni centrali, sul tema degli istituti del rapporto di lavoro (malattie, permessi, coordinamento delle norme in materia disciplinare). Nella prima settimana di settembre saranno convocati i tavoli di Sanità, Istruzione e Ricerca e Funzioni locali. «Ci sono segnali incoraggianti rispetto agli impegni presi dal governo nell’accordo con i sindacati del 30 novembre, ci sono le condizioni affinché con la prossima manovra vengano stanziate le risorse per un aumento di 85 euro mensili», ha annunciato Gasparrini, che ha così risposto alle diverse sollecitazioni sul nodo principale del confronto, rassicurando i sindacati sui fondi necessari per i rinnovi dei contratti degli statali, che sul punto chiedevano garanzie. Naturalmente è da sperare che, dopo 8 anni di blocco della contrattazione, non si debba necessariamente attendere l’approvazione della legge di stabilità, potendo bastare, si spera, un preciso impegno del Governo al momento dell’approvazione del Documento di Finanza Pubblica (presupposto della Legge di Stabilità) che deve essere approvato entro il 15 settembre. Alla riunione erano presenti rappresentanti delle diverse confederazioni e federazioni sindacali, sia dei comparti che delle aree dirigenziali; per la CSE erano presenti Marco Carlomagno, Roberto Sperandini e Roberto Cefalo della SG, ai quali si è aggiunto il Vice Segretario SUNAS Domenico Pellitta, il quale a fine riunione ha avuto modo di interloquire con Saverio Proia, consulente Aran per la Sanità, col quale ha concordato di rivedersi entro fine agosto per affrontare la questione dell’inquadramento degli assistenti sociali nel Comparto Sanità. Roma, 2 agosto 2017 - DP/