Congresso Nazionale SUNAS
19/20/21 febbraio 2010

 

 

 

 

Il primo aprile 2008, dopo una rapida quanto drammatica malattia, Fiorella Cava si spegneva nella sua casa a Napoli, circondata dall’affetto dei figli e degli amici più cari.

ll SUNAS e tutta la comunità professionale degli assistenti sociali la vogliono ricordare perchè non venga dimenticato l'impegno che lei ha profuso per la conquista dei diritti della professione, per la sua tutela e la sua promozione  nell’ambito lavorativo e nella società, per la sua figura umana, professionale e intellettuale, per il suo esempio di dirigente sindacale, per le sue grandi doti intuitive e innovative nel campo dei diritti alla persona e dei cittadini.

Fiorella é stata un esponente di grande spessore nel mondo della professione, prima come dirigente sindacale, quale Segretario Nazionale del Sunas, e poi come Presidente del Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Assistenti Sociali, cariche che ha ricoperto con dedizione, sobrietà e discrezione.

Fiorella é stata una donna dotata di raro intelletto e di particolari doti umane che ne hanno fatta una persona speciale, una madre affettuosa e una moglie devota, una professionista capace di coniugare impegno di lavoro con impegno sindacale e istituzionale, senza mai venir meno a quello per la famiglia e per gli amici.

Doti ed esperienze che vanno sollecitate e richiamate alla memoria di tutti noi e delle giovani generazioni della professione, perchè solo conoscendo "la storia di chi ha fatto la nostra storia" é possibile capire come in 20 anni di intensa attività, di rete con altre figure di spicco e con associazioni professionali, sia stato possibile raggiungere lo status e la dignità che l'assistente sociale oggi può vantare di possedere al tavolo delle professioni intellettuali ordinate.

E questo lo dobbiamo a persone come Fiorella.

Grazie, Fiorella.

 

Salutiamo con affetto e stima Fiorella Cava.