Ditelo al Sunas

 

Sfoglia il notiziario del SUNAS

 

Centro Studi I.R.I.S.Socialia Attività Formativa

 

Premio Bucci - Cava

 

BREVE VIAGGIO NELLA STORIA DEL SUNAS: UN IMPEGNO CHE SI RINNOVA

PREMESSA:

Il SUNAS è nato a Roma nel 1990, come associazione sindacale, su felice intuizione ed iniziativa di un gruppo di assistenti sociali che, unendosi a colleghi di varie realtà territoriali piuttosto amareggiati per gli insuccessi e delusi dalle vane promesse fatte dalle maggiori organizzazioni sindacali e dalle rappresentanze associative alle quali all’epoca aderivano, avevano deciso di fare una “scommessa”, con sé stessi e con il gruppo professionale: riuscire a cambiare la storia della professione (aggregando assistenti sociali di ogni settore), facendola riconoscere sul piano giuridico-contrattuale, valorizzandone e tutelandone in ogni modo e contesto il patrimonio ed il valore (con l’Ordine, presso le Università, le Istituzioni, la Società, ecc.), ed al tempo stesso intervenire, in modo diretto, in azioni di tutela sindacale e negoziazione, oltre che per collaborare allo sviluppo più equilibrato delle politiche sociali, sociosanitarie, di lotta all’esclusione e per l’inclusione delle fasce di popolazione più disagiate e quindi di sviluppo del sistema integrato
di welfare nel ns. Paese.

Da questi obiettivi, ben sintetizzati nello Statuto, perseguiti e ampliati via via nell’azione e nell’impegno sindacal-professionale e puntualmente ripresi e raccontati, ad esempio, attraverso le pagine del Notiziario SUNAS, il giornale che il sindacato edita oramai da ben 19 anni (come è noto in distribuzione postale gratuita ai suoi iscritti) o testimoniato anche negli eventi particolarmente significativi della sua vita.

IN GENERALE il SUNAS, come FORZA SINDACALE, è riuscito, ad es. per il Comparto Sanità, a far modificare nel CCNL 1998-2001, sottoscritto dalla delegazione trattante di cui faceva parte sin dal 1995, i livelli di accesso e progressione della categoria professionale passando, dallo storico 6° livello iniziale ed il seguente 7° per l’AS Coordinatore, in tre nuovi livelli, inizialmente nelle Fasce contrattuali C e D ed alle posizioni organizzative, e poi, nel successivo CCNI del 2001 (eliminando il livello più basso, rideterminare la collocazione nelle attuali due posizioni di Collaboratore Professionale e di C.P. Esperto Cat. D nelle Fasce D e DS, con i conseguenti aumenti e riconoscimenti economico-giuridici. Di seguito l’azione sindacale è proseguita, con la medesima delegazione, nel CCNL del II Biennio economico 2000-2001, con l’acclarato dispositivo per il coordinamento previsto nell’art. 10 e nel successivo con la trasformazione dei posti ex art 10 in altrettanti posti della Fascia DS, oltre a quelli della stessa da assegnare con le selezioni interne e conseguenti progressioni. Certo questo è stato solo l’inizio, giacché per gli intervenuti e consolidati
accreditamenti formativi accademici (specie dopo l’acquisizione generalizzata delle lauree, perseguite fortemente dal SUNAS, per prime quelle delle Università di Trieste e della LUMSA di Roma) nonché con la istituzione delle Unità del Servizio Sociale (semplici e complesse) regolamentate finora sperimentalmente in alcune regioni (vedi Toscana, Sicilia…) e sollecitate da ultimo pure nel documento sottoscritto il 29 ottobre u.s. presso il Tavolo Tecnico del Ministero della Salute, ci si vuole aspettare finalmente un prossimo passaggio nell’Area della Dirigenza che in tanti auspicano, ma che le norme della riforma della P.A., per le intervenute regole riferite soprattutto alle leggi finanziarie, rendono ancora difficile.

Ovviamente l’impegno sindacale non si è fermato certo alla Sanità, ma in quanto sindacato unitario
coinvolge costantemente tutti gli altri suoi comparti ed aree (Enti Locali, Privati e Libera Professione, Ministeri.

A tal proposito, dal 1° gennaio 2013 il SUNAS ha aderito alla Confederazione CSE al fine di rafforzare l’azione del Sindacato e consolidare l’attività di consulenza, tutela e sostegno sindacale e legale nonché i servizi rivolti agli iscritti.

IL SUNAS, ha svolto anche un ruolo come FORZA PROFESSIONALE, egualmente ben rappresentata attraverso le pagine del predetto giornale, che ha riportato le numerosissime iniziative seminariali e convegnistiche svolte in tutte le parti del Paese, ed ha preso parte ad eventi organizzati da Ministeri o altre Organizzazioni, quali ad es. le Conferenze Nazionali sulla Droga (M. Aff. Sociali e Sanità), le Conferenze sulla Famiglia , “Strada Facendo” (G. Abele), il Salone Editoria Sociale e tante altre.

Inoltre il SUNAS è stato ed è presente, con propri rappresentanti, in diverse Commissioni Nazionali nominate, per es., dai Ministeri Affari Sociali, Salute, Lavoro e Politiche Sociali, tra le quali quella per I’integrazione Sociosanitaria e quella sull’Infanzia e l’Adolescenza, ed ha dato vita pure a due esperienze formativo-culturali di rilievo: il Centro Studi I.R.I.S. (Iniziative Ricerche Sociali) e SOCIALIA, curando anche diverse pubblicazioni tematiche (cfr. “Libera … la Professione … libera” e “Dentro la Professione”, con i risultati Ricerca-Consensus e 1°Conferenza Naz. di Servizio Sociale). Tra le molte altre iniziative assunte, si segnalano qui quelle sottolineate già nei titoli dei Congressi Nazionali del SUNAS, che hanno segnato fortemente il suo percorso, nonché le immagini registrate o fotografate in occasione dei Convegni per favorire l’istituzione dell’Ordine (vedi Napoli 1993) e poi nell’importante incontro al Quirinale con il Presidente Emerito della Repubblica sen. O. Scalfaro, in occasione dell’approvazione della legge 84/93, oltre che le proposte pubbliche tese a sollecitare e sostenere la Riforma dell’Assistenza (ad es. nel Convegno di Paestum del 1997, nei rapporti con il Ministro Turco, nell’intervento sul successivo Libro Bianco del Welfare e, più in generale, negli altri interventi per i Lea e per la Legge 328/2000, per l’Integrazione SocioSanitaria). Infine, gli interventi per sottolineare l’importanza dei Corsi di laurea specifici, per commemorare colleghi vittime di episodi violenti sul lavoro (Sorge.e Giarola), per lo sviluppo in generale della immagine “positiva” dell’A.S., per la promozione della Libera Professione e di tanti altri temi centrali nella vita del Paese. A riprova di ciò, si rimarcano per es. i tre convegni nazionali, tenuti all’interno del Forum EURO.PA, sulla Dirigenza sociale, sul Confronto con le altre figure professionali impegnate nel sociale e nel sanitario, sulla Dignità del Morire, e tanto ancora. Più recentemente, si rilevano poi le tematiche programmatiche per il futuro, richiamate puntualmente nei documenti e nelle mozioni dell’ultimo Congresso Nazionale di febbraio 2010, che ha posto le basi per la sua rinnovata azione, per ampliare ancor di più il confronto con le altre rappresentanze e le istituzioni e per il forte impatto a favore della comunità professionale, dei diritti e, più in generale, del Sociale.

Il Sindacato, inoltre, anche per questo, cura da tempo un’attenta strategia comunicativa dei suoi contenuti che, oltre al nominato NOTIZIARIO SUNAS, con i suoi inserti “Speciali”, giunto ora al numero 183 di dicembre, che qui si acclude, si avvale di un collaudato sito web (www.sunas.it) e di alcune Newsletter periodiche, destinate ai suoi quadri dirigenti ed agli iscritti richiedenti (In- Formazione Sindacale e “Sunas-Informa), tutte iniziative interamente autogestite anche sul piano finanziario ed operativo.

Infine, una citazione affettuosa per due persone che non sono più fra noi, perché purtroppo prematuramente scomparsi e che molto hanno dato e contato per lo sviluppo dell’azione sindacale e professionale: Fiorella Cava, già per tanti anni Segretario Nazionale del SUNAS e poi Presidente del C.N.O.A.S. e Gigi Bucci Vice Segretario Nazionale e Direttore del NOTIZIARIO. Ad entrambi vogliamo continuare a rendere omaggio con immutato affetto.

 

 

 

 

 

 

Copyright - TUTTI I DIRITTI RISERVATI - Sito ottimizzato alla risoluzione di 1280x1024 - Informativa Privacy